Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Squash e Olimpiadi: sguardo a Parigi 2024

Notizia del 16/05/2019

Photo by onacadan / Pixabay License

La sensazione era quella che già alle Olimpiadi del 2020 potevano essere la volta buona, ma adesso sembra proprio che lo squash abbia fatto dei passi in avanti da gigante per quanto riguarda l’inserimento nel programma dei Giochi Olimpici. Una disciplina che ben presto potrebbe essere ufficializzata all’interno del calendario della manifestazione sportiva più bella e importante di tutti i tempi.

Ago della bilancia potrebbe certamente essere la città che ospiterà i Giochi Olimpici previsti per il 2024. Nel caso in cui tale edizione venisse assegnata a Parigi, ci sono elevate probabilità che lo squash venga inserito nel programma olimpico. Questo per via del fatto che tale disciplina è una delle più amate in Francia e i giocatori francesi hanno da sempre un grande tradizione, in fatto di medaglie e importanti piazzamenti. Parigi, tra l’altro, sembra proprio essere in pole position per mettere le mani sull’edizione 2024 dei Giochi Olimpici e, di conseguenza, tutti coloro che amano questo sport non possono che avere grande fiducia che il sogno possa ben presto tramutarsi in realtà.

Federer testimonial indiretto?

Lo squash disciplina olimpica? Tra i testimonial d'eccezione per la candidatura dello squash anche Roger Federer, che a 37 anni ha conquistato il suo centesimo titolo, e, spesso protagonista di interventi per l'inserimento nel programma dei Giochi Olimpici, ha lanciato un appello direttamente da Rotterdam, dove il fortissimo atleta svizzero sta disputando un torneo Atp, dopo aver incontrato la campionessa mondiale di squash, Nicol David. Infatti, Federer si è schierato senza mezzi termini a favore dell’ingresso dello squash nell’elenco delle discipline olimpiche, mettendo in evidenza quanto sia alta la professionalità che caratterizza i vari giocatori di squash e quanto questo gioco si sia evoluto nel corso del tempo, diventando molto completo. Non solo, dal momento che Federer è stato toccato “sul personale”, visto che da ragazzo era abituato ad andare a giocare a squash ogni domenica con suo padre nel club del suo paese.

Nel corso degli ultimi giorni, tra le altre cose, un altro aspetto è emerso e va a favore dell’inserimento dello squash tra le discipline olimpiche. Il riferimento è chiaramente alla nomina di Jacques Fontaine come nuovo presidente della World Squash Federation, dopo il turno di elezioni che si è tenuto al Cairo. Cosa ci potrebbe essere di meglio di un francese alla guida della federazione mondiale di squash e Parigi come candidata numero uno per ospitare i Giochi Olimpici del 2024? Probabilmente nulla, anzi, ci sono proprio le condizioni migliori affinché il sogno di tanti appassionati possa diventare effettivamente una bella realtà. Fontaine, inoltre, ha subito accennato alla questione nel corso del suo discorso di insediamento, in cui ha sottolineato come la nazionalità possa proprio rappresentare un aspetto di estrema importanza per riuscire a giungere ad un accordo con il comitato promotore di Parigi 2024.

Il cammino del Comitato di Parigi verso i Giochi Olimpici 2024

La richiesta del mondo dello squash, in realtà, parte da due anni fa, grazie ad un’intesa che venne raggiunta tra la Squash Professional Association e la World Squash Federation. Lo scopo di tale accordo era quello di rendere ancora più unita l’intera comunità dello squash, basandosi sulla comune convinzione di voler diventare a tutti i costi una disciplina olimpica. Sia il CIO che il Comitato Organizzatore francese hanno subito visto di buon occhio tale intesa, che ha posto le basi per il cammino che è stato fatto fino ad ora. Nello scorso mese di gennaio c’è stato il tanto atteso meeting con il gruppo che si occupa di portare in alto la candidatura di Parigi 2024, in modo tale da presentare la richiesta. Un incontro a cui hanno preso parte anche due giocatori, particolarmente rappresentativi, francesi: si trattava di Victor Croulin, campione d’Europa nella categoria juniores e Camille Serme, numero 1 di tutta la Francia e tra le prime quattro alle World Series Finals 2018. Entrambi hanno manifestato fin da subito una ferma volontà: quella di provare a mettersi al collo l’oro olimpico.












[|«] [«] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [»] [»|]

Commenti dei giocatori


Per poter scrivere un commento devi effettuare il Login a Squash.it o tramite Facebook.
Se non sei ancora registrato a Squash.it, REGISTRATI ORA!


Nessun commento attualmente presente
Facebook Esegui il login tramite Facebook!
Nickname
Per inserire un commento devi effettuare il Login
E-Mail (per ricevere l'avviso di risposta)
Inserisci il testo del commento