Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Parma: Trofeo ARTCAFÈ - Cat. Open


Fotogallery


Iscrizioni ed informazioni: sandro.rigoni@squash.it - Tel. 333.2697627

Report

Andrea Bianchetti vince il Trofeo ArtCafè OPEN al Palasprint - Do di petto
La sala si sta riempiendo piano piano; gioielli, parure, chiffon, ventagli, lunghi e sfavillanti abiti da sera fanno da cornice a questo attesissimo atto mondano. Gli orchestrali provano i loro strumenti per l’ultima volta: accordi, acuti e bassi misti al vocio dei presenti rendono l’ambiente un’inestricabile jungla di note. Ora un applauso accompagna l’entrata sul palco del direttore d’orchestra che salutati i presenti rivolge il capo verso gli ottoni e con un cenno da il via alla rappresentazione. Le luci si spengono s’alza il sipario e come d’incanto dopo il prologo, accompagnati da dolci arie e melodie, ecco uno ad uno entrare in scena a cimentarsi coloro che il pubblico tanto ama: i maestri del canto. Tenori, baritoni, bassi dovranno accattivarsi i favori degli spettatori e solo alla fine dell’opera sapremo chi dovrà assecondarli con il classico bis e una serie incredibile di saluti e inchini. Uno solo sarà il beniamino insindacabile che il Regio Palasprint di Parma incoronerà quale gran “Big” maestro. Uno solo riceverà gloria e onori lasciando indelebilmente scritto il proprio nome negli spartiti di A.S.S.I. Squash. Che cominci il primo atto e che la voce più squillante e poderosa risuoni magicamente conquistando ammirazione e favori da parte di tutti gli intervenuti.
Grandissimo numero di adesioni, oltre le 36 ma fermate a 28 dagli organizzatori per motivi pratici legati ai tre soli campi da gioco a disposizione, per questo Trofeo Open ArtCafè che si è svolto presso il Palasprint di Parma. Il tabellone prevedeva la formula PSA, quindi un turno di pure qualifiche, poi altri due turni, che scremavano il lotto dei partecipanti riducendolo a sole 4 unità che a questo punto venivano abbinati alle quattro teste di serie. Favoritissimo alla vittoria finale Andrea Bianchetti, con l’incognita dell’italo egiziano Hamdi Feritim, capace di grandi imprese ma spesso frenato dal suo temperamento che a volte lo porta ha cercare colpi ad effetto, a scapito della più efficace regolarità. 
Elencare tutte le partite prenderebbe troppo tempo e spazio e allora riassumiamo in breve: cominciano le qualifiche e incredibile primo verdetto: Andrea Ilari giocatore locale supera a sorpresa Alberto Rossi, “il Panda”, di categoria superiore per 3-1; ricordiamo anche la bella prova di Berrettini  da Siena che impegna Sandro Rigoni, cerimoniere di casa, ma alla fine soccombe per 3-1. Gli altri incontri rientrano nella norma e non destano alcuna sorpresa nel risultato finale.
Incontro intenso tra  Filippo Donarini e Andrea Cannizzaro che si protrae sino al quinto game dove la spunta quest’ultimo pur essendo di categoria inferiore. Gianluca Giorgiani deve sudare le fatidiche sette camice per superare al quinto gioco un ottimo Francesco Cocconcelli. Infine altra impresa di Andrea Ilari che per 3-1 si sbarazza di un altro giocatore di categoria superiore ovvero Zweier Robert.
Nel secondo turno gli otto superstiti si sfidano tra loro per approdare ai quarti  e questi gli esiti: Massimiliano Bertola dopo aver vinto il primo game per 12-10 nei seguenti due si sbarazza facilmente del senese Roberto Cicali aggiudicandosi l’incontro per 3-0. Luca Azzali batte Fabrizio Palombo per 3-1; termina a questo punto la bella favola di Andrea Ilari che contro Silvano Ferrari deve arrendersi per 3-1, comunque bravo Andrea ti sei meritato la promozione in IIa categoria. Andrea Cannizzaro sfodera un’altra partita da favola e battendo per 16-14 nel terzo game Gianluca Georgiani si aggiudica l’incontro per 3-0, continuando nella sua scalata del tabellone. Ci avviciniamo alle fasi più calde del torneo e allora Massimilano Bertola per non sfigurare nei confronti di Cannizzaro suo socio di Club a Vado Ligure, gioca una partita molto aggressiva contro Stefano Verbena e lo annienta con un secco 3-0. Hamdi Feritim scalda le polveri contro Andrea Cannizzaro che tenta l’impossibile ora, contro uno dei due favoriti per la vittoria finale; incontro equilibrato solo nel primo game ma poi Feritim si scatena e chiude discorso con un perentorio 3-0. Finalmente debutta Andrea Bianchetti dicono in molti, tutti lo aspettano per vedere le sue tecnicissime giocate e lui non tradisce le attese, aggiudicandosi in tutta scioltezza l’incontro per 3-0. 
Siamo giunti alle semifinali e gli occhi sono tutti puntati su Andrea Bianchetti e Hamdi Feritim. Nella prima Bianchetti si aggiudica l’incontro per 3-0. Nella seconda tutti gli spettatori sono concentrati sull’italo egiziano Feritim, che appare in gran forma ma viene letteralmente avvolto da una ragnatela che piano piano si allarga inglobando quello che passa nelle vicinanze; la famosa “ragnatela del Verce”. Hamdi non riesce ad essere sciolto nei movimenti, quasi impacciato ed infatti perde il primo game per 11-7. Nel secondo parziale, molto combattuto, si trova in vantaggio per 10-8 ma poi incredibilmente “stecca” due punti consecutivi e preso dallo sconforto sbaglia ancora e perde il game per 12-10. Nel terzo gioco Feritim spara tutte le cartucce nel suo carniere vincendo il game per 11-5. Nel quarto gioco si assiste ad una vera e propria battaglia a suon di acuti ora dell’ uno ora dell’altro; alla fine sull’12 pari Feritim prima sbaglia e poi deve assistere ad un colpo impossibile del Verce.. 1-3 il risultato finale.
Siamo giunti all’ultimo atto, quello dell’epilogo: lui il protagonista sta monopolizzando l’attenzione degli spettatori che si aspettano giocate memorabili degne del suo nome. Il palco è tutto suo ed infatti vince il primo game per 11-3. Nel secondo gioco però il Verce si porta sul 1-1 (7-11) che riequilibra l’incontro. Terzo parziale e fa la voce grossa e inanellando ben sei punti consecutivi si porta ad un passo dalla vittoria del game, che sopraggiunge da li a breve per 11-5. Nel quarto gioco liberatosi di qualsiasi timore e conscio della sua forza, gioca come meglio non saprebbe fare; la sua è ormai una recita perfetta senza sbavature e tra un assolo e l’altro s’impone per 11-4 e come ogni divo sa fare a fine prestazione saluta calorosamente chi con lui è stato prodigo di applausi.
Nelle altre finali questi gli esiti: Feritim, deluso dalla precedente sconfitta, incontra Bertola che invece felice dei risultati fin qui ottenuti tenta la storica vittoria. Primo game quasi sonnolente che si aggiudica Bertola; nel secondo il ritmo si alza, ora nessuno dei due vuole perdere e si giunge sul 10 pari dove alla fine è ancora Bertola a vincere portandosi sul 2-0. Nel terzo game Feritim che si sente punto nell’orgoglio reagisce con veemenza e riesce a piegare il suo avversario vincendo il parziale per 11-8. Quarto gioco e incredibile black out dell’egiziano che lascia andare Bertola sul 10-0 ! Sarebbe un’onta non lavabile la sconfitta senza nemmeno fare un punto e allora memore di passate battaglie vinte riesce almeno a salvare l’onore facendo 2 punti, gli unici in quanto poi Bertola con l’undicesimo punto si aggiudica l’incontro, classificandosi meritatamente al 3° posto.
Nella finale per il 5° posto Azzali affronta un Cannizzaro felicissimo della sua prestazione e quindi galvanizzato riesce a vincere il primo game. Poi Azzali che è il migliore come piazzamento dei locali parmensi non ci sta e macina il suo gioco preciso aggiudicandosi tre game consecutivi e quindi vincendo l’incontro.
Palumbo e Giorgiani si giocano il nono posto; dopo i primi due game partita in parità ma poi Palumbo accelera e aggiudicandosi due game vince l’incontro per 3-1.
Cocconcelli contro Barra per la tredicesima posizione; incontro equilibrato solo nel primo game,  dove la spunta per 11-9 il primo che poi in scioltezza si aggiudica il secondo e terzo conquistando questa finale. Comunque la sua finale più bella l’ha vincerà a breve quando diventerà padre … un augurio di ogni felicità da parte di tutti i giocatori, collaboratori A.S.S.I. …e naturalmente speriamo che sia maschio; un nuovo campione fa sempre piacere.
Nella finalina per la ventunesima posizione, quella tra i perdenti delle qualifiche, troviamo Adolfo Pavesi e Alberto Calafiore. Partita equilibrata che dopo i primi due game vede le sorti dell’incontro in parità  per poi decretare la vittoria di Pavesi per 3-1.
Finite le premiazioni calano ancora le luci e a questo punto i presenti in coro richiamano il gran vincitore sul palco al grido: <Bis! Bis!>. Costui non si fa pregare e mentre il sipario si apre e richiude freneticamente più volte, tra scroscianti applausi e urla di giubilo, elargisce riverenze e omaggi; poi l’artista quasi stremato da tale successo cerca il saluto finale, e quasi  a venia di tal gesto, prima manda dolci baci lassù sul loggione, poi in platea e alla fine girandosi verso il direttore d’orchestra con un semplice gesto lo invita ad accompagnarlo musicalmente. Rivoltosi alla sala la omaggia con la loro romanza preferita al cui culmine esplode tutta la sua potenza canora nel più classico e famoso do di petto che la lirica conosca: <Vinceeerooò! … Vinceeerooò …  Viiiiinceeeeeeerooooooò !!!> … Ora gli applausi incommensurabili sono veramente gli ultimi; cala il sipario ma … solo per oggi, già domani il gran teatro di A.S.S.I. riaprirà i battenti in altro luogo per mostrare al mondo intero i grandi artisti che recitano in questa magnifica compagnia!
Nel complesso un bellissimo torneo con alcuni “nomi” che si sono messi in evidenza, soprattutto nei giocatori locali, tant’è vero che Ilari Andrea viene promosso sul campo passando dalla IIIa categoria alla IIa con effetto immediato.
Un grandissimo ringraziamento a Luca Montagna, sponsor dell’evento; per i bellissimi premi messi a disposizione, a Mari Stefano titolare della palestra Palasprint per l’ospitalità e a Sandro Rigoni che ha collaborato strettamente con A.S.S.I. per la riuscita dell’evento.
Un arrivederci a tutti con i prossimi tornei A.S.S.I.  naturalmente non prima di avervi augurato: Grande Squash a tutti !!!
Maurizio Valerani

Risultati per piazzamento

1. Bianchetti Andrea (Club: Celeste Squash Villorba)
2. Vercesi Marco (Club: A.S.S.I. Squash Team)
3. Bertola Massimiliano (Club: )
4. Feritim Hamdi (Club: GetFit Club)
5. Azzali Luca (Club: Palasprint)
6. Cannizzaro Andrea (Club: Tennis & Squash Vado)
7. Verbena Stefano (Club: Selmart Monza)
8. Ferrari Silvano (Club: Palasprint)
9. Palumbo Fabrizio (Club: Biella Squash)
10. Giorgiani Gianluca (Club: Mediolanum Forum)
11. Cicali Roberto (Club: Progetto Sport Milano)
12. Ilari Andrea (Club: Palasprint)
13. Cocconcelli Francesco (Club: Squash Inn Fitness Point)
14. Barra Danilo (Club: Mediolanum Forum)
15. Battaggia Gianluca (Club: Varese Squash)
16. Rigoni Sandro (Club: Palasprint)
17. Donarini Filippo (Club: Palasprint)
18. Bianchetti Amedeo (Club: Squash Club Padova)
19. Zweier Robert (Club: Millennium Sport & Fitness)
20. Donarini Filippo (Club: Palasprint)
21. Pavesi Adolfo (Club: Poli Squash Milano)
22. Calafiore Alberto (Club: Palasprint)
23. Tanzi Rodolfo (Club: Palasprint)
24. Berrettini Davide (Club: Progetto Sport Milano)
25. Rossi Alberto (Club: BST Squash Team Como)
26. Bazzea Danio (Club: Magenta Squash)
27. Montagna Luca (Club: Palasprint)
28. Frizzarin Gabriella (Club: Squash Club Padova)
   

NEWS: 17 Marzo 2011

Trofeo ARTCAFÈ Open: grande squash a Parma!
Il Palasprint, uno dei centri sportivi più prestigiosi di Parma, ospiterà domenica 27 Marzo il Trofeo ARTCAFÈ di categoria Open, un evento aperto a tutte le categorie. La formula con tabellone PSA, garantirà equilibrio e divertimento fin dai primi turni. Il montepremi è molto ricco e sarà suddiviso parte in Rimborso Spese (RS) e parte in Materiale (MM). Sarà adottato per la prima volta in assoluto un nuovo sistema di rimborso spese che andrà a coinvolgere anche i giocatori delle finali di posizione (9° e 17° posto). Insomma... lo spettacolo è garantito! L'evento sarà diretto da Maurizio Valerani, mentre per tutte le informazioni ed iscrizioni contattare: sandro.rigoni@squash.it
Distribuzione Montepremi:
1° Classificato: € 150,00 + Trofeo + Premio ArtCafé
2° Classificato: € 120,00 + Trofeo + Premio ArtCafé
3° Classificato: € 100,00 + Trofeo + Premio ArtCafé
4° Classificato: € 70,00 + Premio ArtCafé
5° Classificato: € 60,00 + Premio ArtCafé
6° Classificato: Premio ArtCafé + Maglia Eye Rackets
9° Classificato: € 50,00 + Premio ArtCafé
10° Classificato: Premio ArtCafé + Maglia Eye Rackets
17° Classificato: € 50,00 + Premio ArtCafé
18° Classificato: Premio ArtCafé + Maglia Eye Rackets
Per tabellone da almeno 24 giocatori. Se il numero di giocatori è inferiore a 24, il rimborso spese previsto per il 17° classificato sarà distribuito in maniera proporzionale sugli altri.

Commenti dei giocatori


Per poter scrivere un commento devi effettuare il Login a Squash.it o tramite Facebook.
Se non sei ancora registrato a Squash.it, REGISTRATI ORA!


Andrea Cannizzaro (Squash Player)', '2011-03-20' , '12:03:09');">Rispondi Autore: Andrea Cannizzaro (Squash Player) - likes:
20/03/2011 (12:03:09)
Vado ligure presente
Marco Vercesi (Squash Player)', '2011-03-22' , '22:51:10');">Rispondi Autore: Marco Vercesi (Squash Player) - likes:
22/03/2011 (22:51:10)
ArtCafè..Sarà un grande evento!!
Maurizio Valerani (Squash Player)', '2011-03-23' , '15:48:37');">Rispondi Autore: Maurizio Valerani (Squash Player) - likes:
23/03/2011 (15:48:37)
Ragazzi... incredibile adesione, siamo quasi SOLD OUT !

Facebook Esegui il login tramite Facebook!
Utente:
E-Mail (per ricevere l'avviso di risposta)
Inserisci il testo del commento