Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Milano: Nazionali Individuali - Cat. Open


Fotogallery


Iscrizioni ed informazioni: maurizio.valerani@squash.it - Tel. 347.7714597

Report

Ecco i nuovi campioni nazionali CSAIn 2019: Analizziamo nelle fasi salienti gli incontri delle varie Categorie!

3a Categoria

Inizia la kermesse la 3° Categoria che vede ai nastri di partenza 24 iscritti con la presenza dei due favoriti alla vittoria finale, dall’alto dei loro mille e più punti e separati da solo due , cioè Valerio Peverelli e Riccardo Grossi. Altri giocatori più accreditati risultano essere Renato Piazzoni, Tito Ciotta, Filippo Barbieri, Paolo Ruo e Cristian Mariani e poi a seguire tutti glia altri che ricordo sono: Nicola Mangieri, Ilario Razzini, Roberto Sertori, Floriano Calabrò, Marco Prando, Massimiliano Ruggi, Domenico Liquidato, Michele Locatelli, Gianrico Forlini, Mattia Giussani, Aldo Strina, Davide Adamo, Antonio Serino, Marco Grande e a concludere l’esordiente Gabriele Mazzani.

Negli incontri di Qualifica per entrare nel Tabellone Principale praticamente nessuna sorpresa , ricordo però due incontri terminati al quinto game vinti rispettivamente da Giussani vs Calabrò e da Locatelli vs Mazzani. Nel primo turno di partite dopo che Grossi liquida la pratica contro Locatelli con un “secco” 3-0 ecco le prime sorprese di giornata: Ruggi elimina per 3-1 Ciotta testa di serie n° 4; Liquidato al quinto game supera Piazzoni n° 3 del Tabellone e infine la più eclatante ovvero l’eliminazione della testa di serie n°1 Peverelli ad opera di Forlini. Ricordiamo comunque, senza nulla togliere a Forlini,  che Peverelli ha giocato in condizioni menomate causa problemi ad un ginocchio, ma resta sempre un dato di fatto che fa clamore!

Seconda tornata di partite e Liquidato batte Giussani per 3-0; ancora Forlini sugli scudi che supera 3-1 Razzini; con lo stesso punteggio anche Barbieri avanza ai danni di Ruggi; infine l’incontro che poteva essere la seconda clamorosa sorpresa del Nazionale vede di fronte il favorito Grossi contro Mariani il pallavolista da oltre un metro e novanta d’altezza. Incontro “tiratissimo” che si trascina fino al quinto e temutissimo gioco dove alla fine è Grossi a piazzare la schiacciata vincente all’ultimo punto e per 5-4 approda in semifinale tirando un sospirone di sollievo.

Nella prima semifinale troviamo Liquidato e Grossi, col primo che spera di continuare la sua splendida cavalcata , dall’altra parte colui che aspira di diritto alla vittoria finale; bella la prova di Liquidato che impegna il suo avversario ma alla fine per 3-0 ma con due parziali risicati di 9-8 “passa” Grossi. In questa seconda semifinale Forlini arriva un po’ a sorpresa , ma vanta l’eliminazione di Peverelli; suo avversario il più pragmatico Barbieri che come posizionato quinto ai nastri di partenza senza creare clamori è sin qui giunto pronto a dire la sua ora. Primi tre game molto equilibrati che vedono in vantaggio per 2-1 Barbieri che poi nel quarto parziale di slancio supera il proprio avversario per 9-4 approdando meritatamente in finale.

Finale: Riccardo Grossi, come da pronostico e Filippo Barbieri tra i papabili ad inizio evento si giocano il gradino più alto del podio naturalmente coi favori del pronostico leggermente sbilanciati per il primo. Ma come dice un celebre proverbio < … Mai fare i conti senza l’oste ! …> infatti dopo due game molto combattuti e terminati per 9-8 e 9-7 Barbieri si trova in vantaggio per 2-0. Nel terzo gioco sino sul 5-4 Barbieri è sempre in vantaggio e ora spera veramente nel colpaccio ma Grossi non avendo più nulla da perdere non molla la presa e prima raggiunge e poi passa infilando una serie di punti consecutivi aggiudicandosi il gioco e dimezzando lo svantaggio. Nel quarto game dopo le prime fasi di sostanziale parità Grossi prede in mano le redini dell’incontro e costruisce la sua rimonta e per 9-6 agguanta game e parità. Ora tutto verrà deciso nel quinto e terribile ultimo game; si parte e Barbieri si aggiudica il primo punto poi dopo scambio concitato Grossi pareggia per poi  prendere immediatamente  il secondo punto causa vistoso errore del proprio avversario; si riprende il gioco e Barbieri sembra accusare il colpo … < … non pensare ai punti persi , concentrati su quelli da fare ...> gli grida il suo allenatore da bordo campo! Ma ora la mente è pervasa da  cupi pensieri e di conseguenza il braccio non reagisce più e la logica conseguenza è che Grossi assesta altri tre punti consecutivi che gli permettono di conquistare la vittoria. Riccardo Grossi corona una stagione ricca di buoni piazzamenti con l’alloro più ambito quello di vincitore dei Nazionali individuali di 3a Categoria C.S.A.In.!

La Finale per il terzo gradino del podio viene disputata tra Domenico Liquidato e Gianrico Forlini e termina dopo tre game molto combattuti nel punteggio a favore di quest’ultimo; quella per la quinta posizione è ad appannaggio di Massimiliano Ruggi per 3-0 nei confronti di Cristian Mariani il pallavolista che oggi, non me ne voglia , non è riuscito ne ha schiacciare ne a murare gli avversari ! Più combattuta quella del 9° posto disputata tra Aldo Strina e Paolo Ruo, abbastanza insoddisfatto della propria odierna prestazione; la partita si trascina per cinque game dove alla fine la spunta Ruo. La Finalina di consolazione per il 17° posto è giocata tra Antonio Serino e Marco Prando, un derby del Varese Squash, che comunque danno vita ad un bellissimo incontro che si risolve anche questo al 5° game dove la spunta per 5-3 Serino.


2a Categoria

Tabellone completo anche in questa Categoria, dove un super favorito vero e proprio sembrerebbe non esserci; guidano la lista degli iscritti in base ai punti superiori a 1.400 Fabio Carroli seguito da Maurizio La Rosa, Enea Balestreri, Alberto Giacoletto, poi tutti gli altri ovvero  Andrea Tasca, Luca Guarneri, Renzo Folci, Marco Cucchi, Marius Gherghe, Michele Pacenza, Corrado Casalvolone, Roberto Dascola, Clerio Bertoluzza, Andrea Dini, Riccardo Grossi e a chiudere Nicola Mangieri.

Si comincia col primo turno di incontri e tre terminano per 3-0 rispettivamente vinti da Folci vs Pacenza, da Carroli vs Mangieri e Cucchi vs Gherghe. Incredibile ma vero i restanti cinque giungono tutti al quinto game e sono vinti da Giacoletto vs Bertoluzza, da Tasca vs Dascola, da Balestreri vs Dini, da La Rosa vs Grossi e all’ultimo punto per 5-4 da Casalvolone vs Guarneri.

Secondo turno di partite e Carroli da prima testa di serie si disimpegna con un classico 3-0 a suo favore vs Cucchi; Tasca s’impone per 3-1 nei confronti di Giacoletto, mentre ancora una volta Casalvolone deve disputare cinque game ma questa volta per 5-3 la sorte arride al suo avversario Balestreri. Infine nel quarto incontro la sorpresa del Nazionale ovvero l’eliminazione della testa di serie nr. 2 La Rosa da parte di Folcci per 3-1. 

Come detto ad inizio report fare uno pronostico non era molto facile e difatti a qualcosa è accaduto e tra i primi quattro troviamo le teste di serie nr. 1 e 3 Carroli e Balestreri e poi Tasca e Folci rispettivamente nr. 5 e 7 del Tabellone. Nella prima semifinale si incontrano Carroli e Tasca con andamento nel punteggio dei singoli game molto altalenante ma alla fine passa in Finale Carroli per 3-1. Nell’altra invece l’incontro risulta essere molto più combattuto con i primi due Parziali terminati per 9-8 ora per l’uno ora per l’altro contendente. Ancora due giochi in parità e quindi sarà ancora una volta il quinto a decidere le sorti della partita; scambi con punteggio sempre in bilico e alla fine è Balestreri ad avere la meglio.

Finale : Fabio Carroli, fresco vincitore dell’evento a Squadre Top e Enea Balestreri , che non assaporava la partecipazione da ottobre 2018 ad una finale eccoli di fronte; pronostico leggermente sbilanciato a favore del primo anche perché Balestreri è sofferente ad un ginocchio ma nello Squash mai dire mai … si sa la storia c’insegna ! Carroli alla ricerca della sua prima vittoria individuale parte “sparato” e difatti s’impone subito nel primo game col punteggio di 9-3. Nel secondo gioco Balestreri prende due punti di vantaggio ma poi il suo avversario spinge a fondo e recupera ben cinque punti; un paio di punti a testa ma alla fine è ancora Carroli ad aggiudicarsi il game. Nel terzo parziale Balestreri deve dare il tutto per tutto e far finta di non sentire il dolore al ginocchio e con grande sforzo si porta su un più che meritato 7-4 sperando di poter riaprire le sorti dell’incontro. A questo punto però Balestreri sembra perdere l’abbrivio iniziale e lascia spazio al proprio avversario che implacabilmente ne approfitta e assestando ben cinque punti consecutivi si aggiudica il gioco e la vittoria. Finalmente dopo anni di “sofferenze” e speranze spezzate, Fabio Carroli conquista meritatamente la vittoria in un Torneo e meglio non poteva fare se non nell’aggiudicarsela nell’evento più importante che è quello del Nazionale individuale di 2a Categoria C.S.A.In., iscrivendo di diritto il suo nome nell’Albo d’Oro della manifestazione !

La Finale per la terza piazza viene giocata tra Renzo Folci, ottimo il suo inserimento nelle zone alte della Classifica e Andrea Tasca che ha mantenuto le premesse d’inizio evento. Tasca parte alla grande con un prepotente 9-1 bissato da un 9-6 che lo portano sul punteggio di 2-0. A questo punto però sembra rilassarsi un po' troppo e allora Folci ne approfitta subito i infila un perentorio 9-2 che riapre le sue speranze di rientrare in partita. Tasca ora sente la pressione del suo avversario e tenta subito di chiudere la pratica portandosi sul 5-0 ma poi incredibilmente Folci recupera e alla fine i due contendenti giungono sull’ 8 pari ; sarà match per Tasca o pareggio per Folci … suspense e alla fine punto decisivo conquistato da Tasca che si aggiudica la partita.

La Finale per la quinta posizione vede  Maurizio la Rosa, ormai abbonato a questa posizione, che se la vedrà con Alberto Giacoletto; dopo due giochi sostanziale parità poi nei game a seguire il ligure conquista due punti e col punteggio di 3-1 Giacoletto vince questa Finale.

La classica Finalina di consolazione vede Andrea Dini contro l’ ”inossidabile” Roberto Dascola sempre pronto a timbrare il cartellino di qualsiasi finale; la differenza d’età però la fa da padrona e con un più che classico 3-0 Dini conquista la vittoria.


1a Categoria

Stefano Scarioni è il superfavorito, unico giocatore a superare la quota punti Classifica 1.900, seguono Roberto Morini, Filippo Guarneri, Luca Di Bernardo, Franck Nolesini, Antonio Bonaccorso, Francesco Cislaghi Maurizio La Rosa….

Debutto di Scarioni che in scioltezza supera un volenteroso La Rosa per 3-0; anche Morini segue le orme di Scarioni e supera nello stesso modo Cislaghi; tra Nolesini e Di Bernardo gran bell’incontro che si protrae sino al quinto “maledetto” game che viene vinto nettamente col punteggio di 5-0 da parte di Di Bernardo. Per la cronaca Guarneri passa il turno a tavolino nei confronti di Bonaccorso impegnato nel Nazionale di Categoria Top con ottimi esiti che poi vedremo.

Nella prima semifinale Morini affronta Guarneri che risulta essere più riposato avendo passato il turno senza colpo ferire e difatti i primi due game sono a suo appannaggio; poi Morini tenta il tutto per tutto e con un prepotente 9-4 rientra parzialmente in partita. Nel quarto parziale Guarneri però cambia marcia e si porta prepotentemente sul 8-3; a questo punto subisce due punti ma ormai tranquillo controlla il gioco e con calma assesta il punto decisivo che lo porta in Finale. Nella seconda semifinale, dati i notevoli punti di differenza, ci si aspetta un 3-0 da parte di Scarioni nei confronti di Di Bernardo, ma quest’ultimo tiene testa e si mantiene in gioco aggiudicandosi un game e sul 1-2 può tentare il miracolo di rientrare in partita. Nel quarto gioco parità assoluta sino sul 3-3 dove poi però Scarioni riesce ad aggiudicarsi ben  cinque punti consecutivi che lo mettono al riparo da qualsiasi sorpresa. Infatti prima ne cede due al suo avversario per poi piazzare la stoccata finale che lo vede prevalere per 9-5 nel gioco e 3-1 nell’incontro.

Finale: come da pronostico troviamo Stefano Scarioni che affronterà Filippo Guarneri, ad inizio evento testa di serie nr. 3 del Tabellone; favori per il primo ma la tempra del bresciano tutti la conosciamo e si sa i mancini potrebbero fare un tiro “mancino” … scusate il gioco di parole ma era voluto … oggi non mi ero ancora sfogato … lessicalmente parlando ! Pronti via e primo gioco che vede sempre in testa Guarneri sino sul 6-5 poi Scarioni trova quattro punti consecutivi che incredibilmente gli fanno rimontare e vincere il parziale. Nel secondo game stessa sorte del precedente ma stavolta il bresciano non commette l’errore come in precedenza e col punteggio di 9-7 pareggia le sorti dell’incontro. Parte il terzo gioco e subito si nota un Guarneri un po' nervoso che lo porta ad essere falloso al di là del consentito; di conseguenza il suo avversario s’impone tranquillamente per 9-4 portandosi sul 2-1. Quarto game e Scarioni prepotentemente conquista punto su punto portandosi su un più che rassicurante 8-1 dove finalmente uno spento Guarneri che sembra aver ammainato bandiera bianca ne conquista uno ma poi il suo avversario ultima la pratica assestando il colpo che gli consente di conquistare la vittoria. Stefano Scarioni da autentico mattatore si aggiudica il suo terzo trofeo stagionale, ma quello che più conta che questo è sicuramente il più ambito ovvero il Nazionale individuale di 1a Categoria C.S.A.In. !

Roberto Morini e Luca Di Bernardo si giocano la terza posizione del podio ma dopo il primo game il biellese sembra il grande assente consentendo a Morini di piazzare un più che roboante 9-3. Nei due giochi a seguire però la musica cambia e l’incertezza è regnante ma alla fine con due punteggi speculari di 9-7 Morini si aggiudica l’incontro per 3-0.

Finalina per la quinta piazza tra Francesco Cislaghi e Franck Nolesini; i tre game disputati risultano essere a senso unico a favore di quest’ultimo che di conseguenza conquista in scioltezza la vittoria.


Categoria Top

Tabellone completo a questo Nazionale individuale C.S.A.In. Top, valido anche per la quinta Tappa dell’omonimo Circuito. Un favorito vero e proprio non appare così evidente ora l’uno ora l’altro si sono alternati nella vittoria scambiandosi vorticosamente in ogni occasioni le posizioni della Classifica di ogni singola Tappa. Comunque seguendo la Classifica punti questo l’ordine di partecipazione nel Tabellone: Javier Lessona, Paolo Sioli, Gian Mario Campostrini, Andrea Cannnizzaro, Davide Fadi, Brenno Zuccarello, Marco Olivieri e Antonio Bonaccorso.

Prima partita e subito grande “scontro” tra Fadi e Cannizzaro che promette scintille sportive dove secondo molti uno dei due potrebbe essere il vincitore del Nazionale. Buona la partenza di Fadi che si porta subito sul 6-2 gettando le premesse per la conquista del primo game; incredibilmente però a questo Punto Cannizzaro comincia a sciolinare il. su gioco e “piazza” sette punti consecutivi che gli permettono di portarsi sull’1-0. Nel secondo parziale fasi altalenanti dove alla fine è ancora il ligure ha conquistare la vittoria portandosi sul 2-0. Ora nel terzo gioco ci si aspetta la pronta reazione di Fadi e invece come la neve che si scioglie al sole il varesino ammaina bandiera bianca e con un pesantissimo 9-1 Cannizzaro supera il turno lasciando esterrefatto il proprio avversario. Secondo incontro tra Zuccarello e Campostrini e subito anche qui grandi scambi e recuperi incredibili di quest’ultimo che come un cane da punta non molla mai ogni singola pallina sparata dal proprio avversario.; logica conclusione 1-0 per Campostrini. Secondo game e stessa sorte dell’incontro quindi 2-0. Zuccarello ora ha l’ultima possibilità di rimonta ma oggi il suo avversario sembra indemoniato e raccoglie tutte le palline e piano piano, punto su punto costruisce l’ennesima vittoria con un secco 3-0. Olivieri se la vede con Sioli, il maratoneta del Circuito Top e Open, avendo partecipato a tutte le Tappe e con altri tornei raggiunge la ragguardevole cifra di 13 partecipazioni; sfortunato in due occasioni perdendo l’accesso in  Finale per pochi punti spera oggi nell’evento più importante della stagione ampia rivalsa, naturalmente il suo avversario permettendo. Primo game velocemente vinto da Sioli per 9-4 poi nel secondo Olivieri pareggia; nel terzo ancora Sioli specularmente come in precedenza in scioltezza, si fa per dire, 9-3 e a seguire ennesimo ribaltone e punto per il ligure che si porta sul 2 pari. A questo punto si deciderà tutto ancora una volta nel tremendo e temutissimo quinto game, con Sioli che vede passare nella mente orizzonti cupi che gli ricordano amarezze passate, mentre Olivieri rinfrancato dalla rimonta intravede il traguardo a toccata di mano. Si parte e scambio dopo scambio nessuno vuole cedere e così facendo si giunge su un più che angosciante 4 pari ! Ultima pallina dell’intero incontro e questa volta è finalmente Sioli a gioire e a passare il turno. L’ultimo incontro di questa prima fase vede Lessona, uno dei grandi favoriti, affrontare Bonaccorso giocatore di Categoria inferiore ma che nella sua precedente apparizione aveva molto ben figurato. Primo game “tiratissimo” e spettacolare vinto da Lessona all’ultima pallina per 9-8; nel secondo parziale sostanziale parità sino sul 6-6 poi Bonaccorso riesce a piazzare le palline decisive e pareggia le sorti dell’incontro, sorprendendo positivamente gli spettatori per il suo gioco. Altro game a seguire e il siciliano tiene sempre testa al più quotato avversario e riesce ad aggiudicarsi un altro game addirittura per 9-4 intravedendo un clamoroso passaggio del turno. Quarto game e stavolta è Lessona a guidare le danze ed essere sempre in vantaggio di uno o due punti, ma poi Bonaccorso piazza due punti consecutivi che lo portano ad un solo passo dal traguardo mettendo in ansia Lessona che riesce solo parzialmente a recuperare per poi cedere ad un sorprendente Bonaccorso che così facendo elimina la testa di serie nr. 1 del Tabellone aprendo scenari impensabili agli altri giocatori.

Semifinali: nella prima ritroviamo Cannizzaro e Bonaccorso, che ora vedremo se pagherà lo sforzo fatto in precedenza che lo ha portato sino a qui: si parte e il ligure non perde tempo portandosi subito in vantaggio per 5-2 per poi controllare nel punteggio e aggiudicarsi subito il primo punto. Si riprende ma sembra proprio che Bonaccorso abbia finito la benzina anche perché il proprio avversario tiene alto il ritmo del gioco, di conseguenza 2-0. Nel terzo parziale praticamente Bonaccorso è come se non si fosse presentato in campo Cannizzaro alla grande e Finale conquistata. Nella seconda semifinale il vero “maratoneta” Campostrini contro “forte braccio” Sioli che danno vita all’ennesima sfida personale tra i due contendenti; ottima partenza di quest’ultimo che con un perentorio 9-2 conquista il primo game replicando immediatamente con un 9-7 portandosi sul 2-0. Nel terzo parziale finalmente Campostrini sembra aver carburato e anche approfittando di un momento di rilassamento di Sioli dimezza lo svantaggio. Il quarto game vede fasi altalenanti che culminano sino sul 8 pari dove ancora una volta l’ultimo punto sarà decisivo … dopo una serie di scambi la sorte arride ancora a Sioli che meritatamente questa volta approda in Finale e pensando al proverbio … non c’è due senza tre  … fate voi le dovute considerazioni !

Finale : Andrea Cannizzaro partecipa all’ennesima Finale e sicuramente merita il ruolo di favorito, dall’altra parte troviamo Paolo Sioli che questa Finale l’ha voluta a tutti i costi inseguendola per tutta la stagione e dato che è la sua 13° partecipazione chissà mai che la cabala non sia dalla sua parte questa volta. Certo che la montagna da scalare sembra l’Everest; come nelle migliori tradizioni epiche lui è il Davide della situazione che affronta il ciclopico Golia; lui è il cavaliere errante a difesa dei soprusi altrui insomma il buono che tutti ammirano e che sperano sia il vincitore! Si comincia e subito il “cannibale” Cannizzaro assesta un perentorio 9-3 che la dice tutta per poi replicare con un micidiale 9-1 … che le sorti dell’incontro siano già decise !? Ai più pare così ma agli intrepidi e ardimentosi il fato a volte riserva auree vestigia e come la Fenice risorse dalle ceneri ecco Sioli rinascere a miglior vita e nel terzo parziale replica punto a punto al suo avversario e infine sul 8 pari la sua mano non traballa e piazza il punto decisivo che gli permette di dimezzare lo svantaggio. Inizia il quarto gioco e anche se di poco è il milanese a menare le danze con Cannizzaro che sembra un po’ stordito da tal veemente reazione e con qualche errore di troppo concede campo al proprio avversario che con un quasi insperato 9-5 pareggia le sorti dell’incontro sommerso da una marea di applausi da festanti spettatori di lui tifosi.

A questo punto del match contrastanti sembrerebbero essere gli umori dei contendenti; il ligure ha lo sguardo smarrito quasi come un naufrago tra i marosi alla ricerca di un vano aiuto mentre  l’altro col petto tronfio di gioia s’accinge alla contesa quasi baldanzoso: parte bene l’ingaggio per Sioli che si porta sul 2-0, poi Cannizzaro dimezza poi ancora Sioli , poi Cannizzaro recupera due punti e pareggia ancora  Sioli che si trova ad un solo passo dalla vittoria ma la parabola della pallina è bassa! Mala sorte per l’uno e beato celestiale aiuto per l’altro! Siamo sul 4 pari l’ultima pallina dell’ultimo gioco dell’ultimo incontro di 84 partite giocate racchiude tutte le emozioni di questi Nazionali Individuali e sono tutte condensate come nel Big Bang in questo ultimo scambio … si parte nessuno vuole rischiare, il pubblico è silenziosamente impietrito e alla fine come nella conosciutissima commedia di Rostand “Cyrano De Bergerac” ecco un grido echeggiare  nell’etere  : <.. Ecco: io m'inquarto, io paro, io fingo, io scocco. Eh, là! prendi, piccino! Giusto alla fin della licenza, ho tôcco !…> …  Si il punto decisivo stavolta è il mio !

A seguito della vittoria un urlo di gioia scaturisce da Sioli che come un bambino il giorno di Natale di fronte a si tanti balocchi non riesce a trattener le lacrime dalla gioia così  lunghi, lunghissimi e calorosissimi applausi giungono da tutti gli spettatori presenti.

Vi dico la verità in 15 anni e più di Squash mai mi era capitato di sentire tanto calore a fine competizione  per un giocatore che meritatamente se gli era conquistati. Ricordo a tutti che, in piena trance agonistica, ha promesso di pagare da bere a tutti … eventualmente ho tenuto la lista dei presenti ! Paolo sei avvisato prima o poi passeremo all’incasso !

Dunque Paolo Sioli corona un anno di sacrifici conquistando meritatamente la vittoria in questi Nazionali Top C.S.A.In., iscrivendo il suo nome nell’Albo d’Oro della manifestazione e naturalmente rafforzando la sua Classifica nello stesso Circuito, in attesa dell’ultima Tappa fondamentale in quanto nulla è ancora deciso.

Per il terzo gradino del podio troviamo Antonio Bonaccorso, che ha sorpreso tutti per il suo gioco e di diritto proponendosi per un immediato roseo futuro che affronterà Gian Mario Campostrini; Bonaccorso ha recuperato un po’ di energie e si sa con il bresciano sono indispensabile se si vuole ambire a qualcosa di positivo. Dopo due game speculari nel punteggio parità assoluta; anche nel terzo sostanziale equilibrio che viene interrotto da Campostrini che si porta sul 2-1. Anche nel quarto parziale Bonaccorso tiene bene il campo ma alla fine è ancora Campostrini che si aggiudica punto e Finale.

Per la quinta piazza si affrontano Davide Fadi, un po’ deluso dalla sua precedente prestazione non tanto per l’eliminazione ma in quanto per come è avvenuta  e Marco Olivieri che ha sfiorato in precedenza il colpaccio. L’incontro non ha storia con Fadi che sin dall’inizio ha sotto controllo le operazioni e con il più classico dei 3-0 conquista la vittoria che non sarà di prestigio ma gli consente di immagazzinare punti preziosi per la Classifica Finale del Circuito Top.

In sintesi avete letto quello che è successo nelle due giornate di questi Nazionali Individuali di Categoria C.S.A.In.; incontri con intense fasi di  gioco, con conferme,  le solite sorprese, con la nuova formula del punteggio da metabolizzare, insomma tante componenti per poter dire … per fortuna che io c’ero !

Un ringraziamento ai partner tecnici, alle strutture ospitanti dello Sporting MI3, del Mediolanum Forum di Assago, ai giocatori partecipanti, ai collaboratori  e come al solito  arrivederci ai prossimi appuntamenti di C.S.A.In.  Squash non senza ricordarvi … “Grande Squash a tutti” !!!

Maurizio Valerani


Categoria LIGHT MASCHILE e Femminile

E' domenica 24 marzo e mentre sessantamila milanesi si radunavano in piazza Castello per la partenza della famosa Stramilano, ad  Assago alle 9.30 ecco il ritrovo dei giocatori di categoria Light arrivati per partecipare all'ultima Tappa del Circuito Mediolanumforum a loro dedicato. E' inutile ricordare la formula del torneo o le modalità' di punteggio, ci preme questa volta ringraziare tutti ma proprio tutti i partecipanti che si sono avvicendati anche nelle precedenti tappe e che hanno dato vita a quattro bellissime giornate di squash e divertimento. Ottima l’idea di organizzare il Torneo Light con le finali delle altre categorie compresa la categoria TOP, un incrocio che a permesso ai giocatori di tutti i livelli di conoscersi e di amalgamarsi amichevolmente intorno ai campi del Mediolanumforum...credo sia un buon auspicio per ritrovarsi tutti con entusiasmo nei prossimi appuntamenti e ovviamente nella prossima stagione!!!  GRAZIE

Per quanto riguarda il risultato tecnico non si può' che incensare il mitico Alessandro Rustioni che resistendo all'assalto del giovane Tommaso Marchese giunto inaspettatamente in finale, si guadagna la vittoria di questa ultima tappa e presumibilmente della classifica finale del circuito. Il terzo ed il quarto gradino del podio sono conquistati rispettivamente da Davide Adamo e da un, finalmente concentrato, Franco Campus.

Quinto posto per Alberto Gasperi mentre al nono si piazza Gabriele Valentini a cui va un meritato applauso perché insieme all'amico Leonardo Grancelli, è partito all'alba da Trento per partecipare al nostro torneo.

Di scena anche il Torneo Femminile; al Mediolanumforum si presenta un gruppo agguerritissimo di giocatrici e, cosa ancora più' piacevole e importante, è la presenza nel gruppo di tante e combattive nuove ragazze. Il tutto fa ben sperare; l’obiettivo ed un piccolo sogno nel cassetto sarà quello di organizzare un torneo completo a 16 giocatrici. Questa situazione sicuramente ci sprona a puntare nel futuro a consolidare ed incrementare gli appuntamenti dedicati a questa categoria  che sta crescendo di presenze e  di livello. Le nove ragazze presenti hanno dato vita ad una serie di partite cariche di grande phatos agonistico che si concludono con la vittoria in finale della giocatrice della Varese Squash, Fatme Lehtinen che si impone dopo una grande battaglia sulla giovane giocatrice ligure Michela Magliano; il terzo posto è tutto della mitica Lina Marotta che solo  al 5° game riesce ad avere la meglio sulla new entry Paola Rodighiero. Un grazie sincero per il grande entusiasmo che ci avete trasmesso, entusiasmo che ci carica moralmente per riportare lo squash femminile ai giusti valori di sano agonismo.

Roberto Morini

Risultati per piazzamento

1. Sioli Paolo (Club: NT Squash Milano)
2. Cannizzaro Andrea (Club: Tennis & Squash Vado)
3. Campostrini Gianmario (Club: Lions Brescia Squash)
4. Bonaccorso Antonio (Club: Gruppo Sportivo Argentario)
5. Fadi Davide (Club: Varese Squash)
6. Olivieri Marco (Club: Tennis & Squash Vado)
7. Lessona Javier (Club: JoyFit Cadorago)
8. Zuccarello Brenno (Club: NT Squash Milano)
9. Scarioni Stefano (Club: Progetto Sport Milano)
10. Guarneri Filippo (Club: Squash Bag)
11. Morini Roberto (Club: Mediolanum Forum)
12. Di Bernardo Luca (Club: Biella Squash)
13. Nolesini Frank (Club: BST Squash Team Como)
14. Cislaghi Francesco (Club: Poli Squash Milano)
15. La Rosa Maurizio (Club: A.S.S.I. Squash Team)
16. Carroli Fabio (Club: Mediolanum Forum)
17. Balestreri Enea (Club: A.S.S.I. Squash Team)
18. Tasca Andrea (Club: Biella Squash)
19. Folci Renzo Cesare (Club: Poli Squash Milano)
20. Giacoletto Alberto (Club: Tennis & Squash Vado)
21. Cucchi Marco (Club: Bergamo Squash)
22. Casalvolone Corrado (Club: Biella Squash)
23. Dini Andrea (Club: Tennis & Squash Vado)
24. Dascola Roberto (Club: Mediolanum Forum)
25. Pacenza Michele (Club: Gruppo Sportivo Argentario)
26. Mangieri Nicola (Club: Mediolanum Forum)
27. Guarneri Luca (Club: Squash Bag)
28. Bertoluzza Clerio (Club: Gruppo Sportivo Argentario)
29. Grossi Riccardo (Club: Mediolanum Forum)
30. Gherghe Marius (Club: Mediolanum Forum)
31. Barbieri Filippo (Club: Gruppo Sportivo Argentario)
32. Forlini Gianrico (Club: A.S.S.I. Squash Team)
33. Liquidato Domenico (Club: Mediolanum Forum)
34. Ruggi Massimiliano (Club: Progetto Sport Milano)
35. Mariani Cristian (Club: Mediolanum Forum)
36. Razzini Ilario (Club: Mediolanum Forum)
37. Giussani Mattia (Club: Bergamo Squash)
38. Ruo Paolo (Club: Albavilla Sport Center)
39. Strina Aldo (Club: Poli Squash Milano)
40. Locatelli Michele (Club: Bergamo Squash)
41. Peverelli Valerio (Club: BST Squash Team Como)
42. Piazzoni Renato (Club: Bergamo Squash)
43. Ciotta Tito (Club: Mediolanum Forum)
44. Sertori Roberto (Club: Bergamo Squash)
45. Serino Antonio (Club: Varese Squash)
46. Prando Marco (Club: Varese Squash)
47. Calabro Floriano (Club: Varese Squash)
48. Adamo Davide (Club: Mediolanum Forum)
49. Mazzini Gabriele (Club: Albavilla Sport Center)
50. Grande Marco (Club: Mediolanum Forum)
51. Rustioni Alessandro (Club: Mediolanum Forum)
52. Marchese Tommaso (Club: Poli Squash Milano)
53. Campus Franco (Club: Mediolanum Forum)
54. Gasperi Alberto (Club: Progetto Sport Milano)
55. De Candia Francesco (Club: Mediolanum Forum)
56. Braida Giovanni (Club: Progetto Sport Milano)
57. Morson Alessandro (Club: Varese Squash)
58. Valentini Gabriele (Club: Gruppo Sportivo Argentario)
59. Titone Lea (Club: Progetto Sport Milano)
60. Grancelli Leonardo (Club: Gruppo Sportivo Argentario)
61. Rovea Andrea (Club: Varese Squash)
62. Zingales Daniele (Club: A.S.S.I. Squash Team)
63. Elmi Alessio (Club: Poli Squash Milano)
64. Lethinen Fatme (Club: Varese Squash)
65. Magliano Michela (Club: Tennis & Squash Vado)
66. Marotta Pasqualina (Club: Tennis & Squash Vado)
67. Rodighero Paola (Club: A.S.S.I. Squash Team)
68. Giamberini Simona (Club: Varese Squash)
69. Libralato Jennifer (Club: Varese Squash)
70. Iovino Anna (Club: A.S.S.I. Squash Team)
71. Onofrio Silvia (Club: A.S.S.I. Squash Team)
72. Favilla Clara (Club: Poli Squash Milano)


Nazionali Individuali CSAIn | ALBO D'ORO


Commenti dei giocatori

Per poter scrivere un commento devi effettuare il Login a Squash.it o tramite Facebook.
Se non sei ancora registrato a Squash.it, REGISTRATI ORA!

Nessun commento attualmente presente
FBEsegui il login tramite Facebook!
Nickname
Per inserire un commento devi effettuare il Login
E-Mail (per ricevere l'avviso di risposta)
Inserisci il testo del commento